Long Term Care - LTC

La copertura di Long Term Care (LTC) è una tutela assistenziale che garantisce ai Professionisti che si trovino in condizioni di non autosufficienza l’erogazione di una rendita mensile vitalizia.

La Convenzione, stipulata tra EMAPI e CNP Vita Assicurazione S.p.A. (già Aviva Vita S.p.A.) è erogata in forma collettiva dagli Enti previdenziali che ne hanno deliberato l’attivazione in favore dei propri iscritti i quali, alla data del primo ingresso in copertura, non abbiano compiuto i 70 anni di età (elevabile – su richiesta dell’Ente – agli iscritti che non abbiano compiuto i 75 anni di età).
Attualmente, gli Enti che hanno aderito alla copertura LTC sono: CASSA DOTTORI COMMERCIALISTICASSA FORENSEENPACL, ENPAF, ENPAMEPAP ed EPPI.

L’annualità assicurativa ha decorrenza fissa dal 1 maggio al 30 aprile dell’anno successivo.

Condizioni contrattuali

La copertura LTC rappresenta un intervento innovativo che si pone l’obiettivo di alleviare le difficoltà dei professionisti e delle loro famiglie, supportandoli concretamente tramite l’erogazione di una rendita mensile vitalizia nel malaugurato caso ci si dovesse trovare in una condizione di non autosufficienza.

La Long Term Care è rivolta a:

  • Iscritti e Pensionati attivi degli enti previdenziali associati ad Emapi
  • Pensionati non attivi (se inseriti in copertura dal proprio Ente, a seguito del pensionamento, possono proseguire volontariamente l’adesione purché senza soluzione di continuità)
  • Pensionati già aderenti alla copertura volontaria, assicurati con la Convezione num.101 stipulata da EMAPI con PosteVita scaduta alle ore 24 del 30.04.2019.
  • Dipendenti di Enti ed di Professionisti aderenti ad Emapi (compresi quelli degli Ordini professionali afferenti alle Casse ed Enti aderenti ad
    EMAPI)/consulenti
  • Praticanti


Limiti di età
Relativamente alle categorie indicate, la copertura viene attivata in forma collettiva dagli Enti previdenziali che hanno deliberato l’attivazione in favore dei propri iscritti che, alla data della prima attivazione della copertura, non abbiano compiuto i 70 anni di età (elevabile – su richiesta dell’Ente – agli iscritti che non abbiano compiuto i 75 anni di età).

È considerato in stato di non autosufficienza/LTC l’Assicurato che, a causa di una malattia, di infortunio o per perdita delle forze, si trovi per un periodo non inferiore a 90 giorni continuativi in uno stato tale - presumibilmente in modo permanente – da aver bisogno dell’assistenza di un’altra persona per aiutarlo nello svolgimento di almeno 3 su 6 delle attività ordinarie della vita quotidiana (Activities of Daily Living - ADL), nonostante l’utilizzo di apparecchiature mediche e/o chirurgiche.

Viene anche riconosciuto in stato di non autosufficienza, indipendentemente dal fatto che vi sia l’incapacità di svolgere almeno 3 su 6 delle attività ordinarie della vita quotidiana, l’Assicurato che sia affetto da una patologia nervosa o mentale dovuta a causa organica che abbia determinato la perdita delle capacità cognitive (quali ad esempio, il morbo di Parkinson o di Alzheimer ovvero altre demenze invalidanti di origine organica).


Le attività ordinarie della vita quotidiana (Activities of Daily Living – ADL):

1. lavarsi: la capacità di lavarsi nella vasca da bagno o nella doccia, di entrare e uscire dalla vasca o dalla doccia o la capacità di lavare in modo soddisfacente la parte superiore e inferiore del corpo in altro modo (radersi, pettinarsi, lavarsi i denti);
2. vestirsi, svestirsi: la capacità di indossare e togliersi, allacciare e slacciare ogni tipo di indumento, compresi indumenti speciali o ausili adatti al tipo di disabilità dell’assicurato, per la parte superiore o inferiore del corpo;
3. nutrirsi: la capacità di bere usando un bicchiere e di mangiare il cibo preparato da altri usando un piatto;
4. andare in bagno: la capacità di controllare le funzioni corporali (mingere ed evacuare) e di mantenere un livello soddisfacente di igiene personale con l’impiego di ausili e di indumenti specifici;
5. muoversi: la capacità di muoversi in casa da una stanza all’altra sullo stesso piano anche con l’ausilio di attrezzature tecniche;
6. spostarsi: la capacità di sedersi e di alzarsi da una sedia, di coricarsi e di alzarsi dal letto, di spostarsi da una sedia al letto e viceversa, anche con l’aiuto di ausili specifici.

CASSA DOTTORI COMMERCIALISTI
L’Ente ha attivato la Copertura Base Collettiva con data di prima adesione 1 gennaio 2023 in favore dei propri professionisti e pensionati che al momento della data di decorrenza della copertura non avevano compiuto i 75 anni di età.

CASSA FORENSE
L’Ente ha attivato la Copertura Base Collettiva con data di prima adesione 1 novembre 2016 in favore dei propri professionisti e “pensionati attivi” che al momento della data di decorrenza della copertura non avevano compiuto i 70 anni di età.

ENPACL
L’Ente ha attivato la Copertura Base Collettiva + Supplementare collettiva con data di prima adesione 1 marzo 2015 in favore dei propri professionisti e “pensionati attivi” che al momento della data di decorrenza della copertura non avevano compiuto i 70 anni di età.

ENPAF
L’Ente ha attivato la Copertura Base Collettiva con data di prima adesione 16 gennaio 2018 in favore di tutti gli iscritti e pensionati che alla data di inizio copertura non avevano compiuto i 70 anni di età.

ENPAM
L’Ente ha attivato la Copertura Base Collettiva con data di prima adesione 1 agosto 2016 in favore di tutti gli iscritti e pensionati che al momento della data di decorrenza della copertura non avevano compiuto i 70 anni di età.

EPAP
L’Ente ha attivato la Copertura Base Collettiva con data di prima adesione 1 marzo 2012 in favore dei propri professionisti e “pensionati attivi” che alla data di inizio copertura non avevano compiuto i 70 anni di età.

EPPI
L’Ente ha attivato la Copertura Base Collettiva con data di prima adesione 1 novembre 2012 in favore dei propri professionisti e “pensionati attivi” che alla data di inizio copertura non avevano compiuto i 70 anni di età.

Le coperture collettive

La Convenzione LTC si compone di due Coperture collettive e da una Copertura volontaria che si articola in 2 diverse opzioni. Sono coperture attivabili esclusivamente dall’Ente previdenziale con onere a carico del proprio bilancio. L’Ente può scegliere di attivare la sola Copertura Base oppure la Copertura Base + Supplementare, onde garantire una rendita maggiore. L’adesione a tali piani non implica alcun adempimento da parte dell’iscritto poiché l’iscrizione rimane a carico dell’Ente di previdenza.

Copertura Base Collettiva

In caso di non autosufficienza, garantisce la somma mensile di € 1.200 – non indicizzata – che verrà garantita all’Assicurato finché in vita

Copertura Base + Supplementare Collettiva

In caso di non autosufficienza, incrementa la cifra già garantita dalla Copertura Base Collettiva (di € 1.200) di ulteriori € 500 raggiungendo la somma mensile di € 1.700 – non indicizzata – che verrà garantita all’Assicurato finché in vita

LE COPERTURE VOLONTARIE

Gli iscritti titolari di una copertura collettiva attivata dall’Ente previdenziale, possono incrementare volontariamente la somma assicurata con costo a proprio carico. È possibile scegliere tra 2 opzioni, alternative tra loro. L’adesione a tale copertura è subordinata alla compilazione della modulistica di adesione e di un questionario sanitario da parte degli interessati.
L’adesione alle coperture volontarie prevede un periodo di carenza assicurativa.

Opzione 1

Aumenta la rendita di base di ulteriori
€ 360 mensili

Opzione 2

Aumenta la rendita di base di ulteriori
€ 600 mensili

Utilità

richiedi
la rendita LTC

Adesioni
volontarie

adesioni per
pensionati

domande
frequenti