Sfoglia il documento
 
Scarica gratuitamente
 

Home > LTC - Long Term Care
PRESENTAZIONE

COPERTURA LTC - LONG TERM CARE

ATTIVA LA COPERTURA DI LTC A TUTELA DEI PROFESSIONISTI NON AUTOSUFFICIENTI - DALLA COLLABORAZIONE TRA LE CASSE PRIVATE UNA SOLUZIONE INNOVATIVA CHE CON LA PRESENTE ANNUALITA` REALIZZA IMPORTANTI MIGLIORIE

EMAPI, associazione consortile di dieci enti di previdenza privati, ha realizzato una copertura che si pone l’obiettivo di integrare le prestazioni previdenziali a favore di quei professionisti che si trovino in condizioni di particolare difficoltà.
La non autosufficienza rappresenta una condizione di gravissimo disagio che purtroppo si va sempre più diffondendo ed aggravando in relazione sia ai mutamenti sociali in atto che alla riduzione degli interventi pubblici nel settore assistenziale.
Emapi, considerata l’entità sociale del fenomeno e le conseguenze che determina fra gli iscritti degli enti associati, dopo un’accurata fase di studio ha realizzato una copertura di LTC - Long Term Care - volta alla tutela dei professionisti che si trovino in tale situazione. Si tratta di una tutela assistenziale che interviene erogando, ai professionisti che si trovino in condizioni di non autosufficienza, una rendita mensile per la sola Copertura Base che passa a € 1.035,00 (da € 612,00) e per la rendita complessiva che passa a € 1.515,00 (da € 903,00) a seconda della scelta operata dall’ente previdenziale di appartenenza. Tale rendita, che va ad aggiungersi alla prestazione pensionistica, rappresenta un intervento innovativo che si pone l’obiettivo di alleviare le difficoltà del professionista e della sua famiglia. Gli elementi di novità non si limitano però  all’introduzione della copertura in sé, peraltro ancora poco conosciuta nel nostro Paese, ma anche al come è stata elaborata e quindi alle specifiche garanzie che offre.
In particolare, gli aspetti innovativi rispetto ad analoghe proposte presenti nel panorama italiano riguardano i parametri per definire la condizione di non autosufficienza che vengono stabiliti con criteri decisamente più favorevoli per i pazienti, e cioè in base alla perdita di sole 3 ADL (Activities of Daily Living) su 6, rispetto alle 4 su 6 ordinariamente considerate. Vengono anche trattate con particolare attenzione patologie fortemente invalidanti come il morbo di Parkinson e di Alzheimer. Anche le procedure di riconoscimento della non autosufficienza sono semplificate.   Inoltre, il singolo professionista potrà inoltre incrementare ulteriormente l’entità di tale rendita attraverso il versamento di contributi volontari di entità variabile in relazione all’età, per arrivare fino a una rendita pari a € 2.115 (da € 1.403) mensili vita natural durante.
Il partner assicurativo, individuato a seguito di una gara europea che ha visto competere le principali compagnie europee, è rappresentato dalle Poste vita S.p.a.;
Attualmente risultano usufruire della copertura LTC gli iscritti alla CASSA FORENSE, ENPAM, ENPACL, all’EPAP (ente Pluricategoriale), e all`EPPI.

VERIFICA I COSTI
delle adesioni aggiuntive volontarie

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI MODULI DI ADESIONE